News

Inaugurato il nuovo Conad Superstore Le Colline di viale Luxemburg

Il 16 Giugno hanno aperto le porte del nuovo Conad Superstore Le Colline in Viale Luxemburg a Reggio Emilia, per il quale Steel Pool Cantieri ha realizzato tutte le coperture a verde che caratterizzano l’aspetto architettonico e l’intervento nel suo insieme.

Progettato da LSA, studio architettonico Lauro Sacchetti Associati, il Superstore Conad è una cittadella del cibo con configurazione moderna e verde con caratteristiche inedite per questo tipo di intervento; il complesso si articola su oltre 3000 mq di area vendita, oltre ad altri 7000 metri coperti destinati ad aree logistiche, magazzini e uffici.

Il progetto comprende oltre alla realizzazione dei nuovi edifici e di un parcheggio scambiatore al servizio della città di Reggio Emilia, il recupero di un fabbricato colonico esistente, che è stato perfettamente integrato con i nuovi volumi e riadattato per realizzare uno spazio ristoro.

Società e territorio sono i punti focali del progetto, così come quello ambientale, per questo il verde “sottratto” per la realizzazione dell’edificio è stato letteralmente trasportato a un piano più alto, con una copertura verde estesa per tutto il tetto ondulato.
L’edificio è poi stato completato con oltre 153 nuovi alberi nell’area del parcheggio e con un impianto fotovoltaico in grado di produrre 230mila kwh annui, così da ridurre le emissioni di CO2 nell’atmosfera di oltre 269 tonnellate all’anno.

 

Lo strato erboso esteso per 4200 mq disegnato per formare una linea continua che richiama un profilo simile alle naturali ondulazioni del terreno, è stato realizzato da Steel Pool Cantieri utilizzando un manto impermeabile Derbigum Vaeplan V. posto in opera.
Questo ha consentito, tramite appositi profili di fissaggio ancorati al manto stesso, di posizionare la copertura al supporto sottostante e di integrare completamente l’impianto fotovoltaico.

La copertura composta da un tetto verde diffuso dappertutto tranne due falde destinate all’impianto fotovoltaico, il tutto armoniosamente integrato con il territorio circostante.

 Il Distretto Navile dell’Università di Bologna prende vita

Il 14 ottobre ha aperto le porte il nuovo Polo Universitario posizionato lungo il canale Navile di Bologna.

Un complesso composto da cinque edifici per l’attività didattica, tre strutture polifunzionali, una nuova biblioteca e uno spazio mensa ricavato dal recupero dell’ex fornace Galotti.
A completare la cittadella, che ospiterà oltre 3000 studenti e 500 docenti, l’osservatorio astronomico dell’Inaf, l’istituto di fisica nucleare e il Cnr.

Noi di Steel Pool siamo davvero fieri di aver partecipato alla realizzazione del progetto, un importante traguardo per la città di Bologna, per il mondo universitario e per la ricerca.

The district Navile of the University of Bologna comes to live.
The new University Centre opened up on October 14, placed next to the Navile Canal of Bologna.

A complex consisting of five buildings dedicated to educational activities, three multifunctional structures, a new library and a cafeteria converted from the former Fornace Galotti.

To complete the citadel, that will house 3000 students and 500 professors, the astronomical observatory of Inaf, the institute of nuclear physics and Cnr.

Us of the Steel Pool are proud to have taken part in the realization of the project, an important goal for the city of Bologna, for the university world and research.

 

NUOVI SPAZI PER IL VERDE – La nuova brochure

Le migliori soluzioni verdi per garantire maggior benessere e comfort, uniti ad un efficiente isolamento termico ed acustico.
Le coperture verdi sono espressione di energia naturale e vita, permettono di creare nuovi spazi e superfici fruibili valorizzando al massimo ogni edificio, aumentandone pregio ed impatto estetico.

 

SPARK ONE e TWO Milano – Italy

Prossimi al completamento dei lavori del complesso Spark One e Spark Two, i nuovi edifici ad uso uffici e commerciale che rappresenta una delle più importanti operazioni di riqualificazione urbana in corso a Milano, nel distretto di Rogoredo.